Ultima modifica: 19 Luglio 2021
Istituto Comprensivo Statale "A. Rizzoli" > Archivio > Lettera ai genitori degli alunni della scuola secondaria

Lettera ai genitori degli alunni della scuola secondaria

Cari genitori,
vi scriviamo in qualità di autorità locali responsabili in materia di istruzione, educazione e sicurezza dei vostri figli.
Siamo decisamente preoccupati da alcuni avvenimenti che si ripetono nella nostra comunità e più in generale dall’atteggiamento che molte ragazze e ragazzi della scuola secondaria stanno assumendo in questo periodo.
Nei giorni scorsi in più di un’occasione sono stati rilevati assembramenti di decine di adolescenti, anche 30 o 50 tutti insieme, nei parchi e nelle piazze di questo Comune. All’interno di questi assembramenti non vengono rispettate le minime norme di contrasto al Covid19: distanziamento, uso delle mascherine, riduzione dei contatti ravvicinati con persone esterne alla cerchia familiare.
Molti cittadini hanno segnalato questo comportamento e hanno anche richiamato o rimproverato direttamente i ragazzi, ricevendo insulti pesanti o alzate di spalle. Sono intervenuti in più di un’occasione la Polizia Locale e i Carabinieri, per sensibilizzare i ragazzi, senza per ora prendere provvedimenti severi, ma nemmeno questo ha sortito alcun effetto.
In aggiunta a questo comportamento già di per sé deprecabile sono stati segnalati numerosi episodi di vandalismi, aggressioni verbali ai danni dei passanti, aggressioni fisiche ai danni dei coetanei o di bambini più piccoli, violazioni di proprietà privata, operati da questi gruppi di adolescenti.
Questo tipo di comportamento non è accettabile in generale e lo è ancora meno nel periodo in cui ci troviamo. Comprendiamo benissimo lo stress che i più giovani stanno vivendo, esattamente come noi adulti, ma siamo convinti che l’educazione e la loro crescita emotiva e intellettuale passino anche attraverso prove difficili come questa.
Il ruolo di voi genitori – inutile dirlo – è fondamentale: la Scuola e il Comune, ognuno nell’ambito delle proprie competenze, stanno facendo il possibile per garantire il proseguimento dell’attività scolastica in presenza e in condizioni di sicurezza adeguate, ma se all’esterno del tempo e dello spazio fisico delle lezioni il comportamento delle ragazze e dei ragazzi non è ugualmente regolato, questo sforzo si rivelerà inutile.
Fatte salve le ore trascorse a scuola, la responsabilità sui figli minorenni è principalmente dei genitori; per il vostro e il loro interesse vi chiediamo pertanto un maggiore sforzo di comunicazione e sorveglianza nei confronti delle vostre figlie e dei vostri figli, informandovi in merito a quali luoghi frequentano, a quali e quante persone frequentano, in che condizioni si incontrano e per svolgere quali attività.
Nei prossimi giorni le nostre Istituzioni saranno costrette a prendere dei provvedimenti più severi, dato che la persuasione solo verbale non ha avuto l’effetto sperato. In particolare all’esterno della scuola il Comune farà rispettare le norme locali e sovra locali in vigore, procedendo a sanzionare chi – anche giovane – non si impegnerà a rispettarle.
Siamo certi che comprenderete le motivazioni molto serie di questo messaggio e che farete il possibile per operare nell’interesse dei vostri stessi familiari e della nostra intera comunità locale.
Un cordiale saluto
La dirigente scolastica, Annunziata Cozzolino
Il Sindaco, Angelo Bosani




Link vai su
Skip to content